Sette comuni errori di logica (parte 2)


Ragionare con logica e saper individuare ragionamenti fallaci è indispensabile per presentare, ma anche per difendere, le nostre idee in modo efficace. La volta scorsa abbiamo visto tre errori di logica, ossia screditare una persona, l’uso del testimonial e il seguire la corrente. Ora proseguiamo con altri quattro comuni errori di logica.

Errore n. 4: Offrire una sola alternativa

In questo caso, quella che può essere un’ampia possibilità di scelta viene ridotta a due sole possibilità. “Ultima offerta, ultimo pezzo disponibile, se non ti affretti rimarrai senza”, “ma anche no” penso io, perché le offerte si ripetono e i negozi tra cui scegliere sono diversi. Far leva sull’emozione della vita o la morte, annebbia le nostre capacità di pensare e di ragionare.

Qual è il punto debole di questo ragionamento? Esclude le altre possibilità. Perciò, quando uno ci pone dinanzi una scelta obbligata con una sola alternativa, la sua, è meglio chiedersi: “Ci sono veramente solo due possibilità? Potrebbero essercene altre?”

Errore n. 5: Approccio semplicistico

È il caso in cui una dichiarazione o un argomento non tiene conto di fatti rilevanti, semplificando troppo una questione complessa. Non c’è niente di male nel semplificare un argomento complicato, ma c’è differenza tra il trattarlo in modo semplice e il in modo semplicistico.

“Fare un sito? Ma che ci vuole? Ti compri un computer e fai da solo. Lo fa anche mio cugino che va ancora a scuola”.

Il semplicismo falsa la verità, altrimenti non dovrei più ricevere chiamate di amici che hanno il sito bloccato e non sanno più che pesci pigliare. Sarà pur vero che fare un sito non è difficile, ma chiediamoci: “Come si registra un nome a dominio? Quale nome è meglio scegliere? Lo spazio web che mi servirà è meglio che sia Linux o deve essere per forza Windows? Una volta che mi hanno attivato lo spazio come inserisco il mio sito nello spazio? Un mio amico mi ha detto che con un CMS mi trovo il sito fatto, ma dove trovo il CMS? Cos’è un CMS?”

Errore n. 6: Suscitare pietà

Questa volta si intraprende la strada della pietà, si invoca il sentimento della misericordia pur di far accettare una proposta o una argomentazione. “Spero accetterai il nostro progetto, perché abbiamo lavorato come matti per presentarlo oggi”. Ah, pensavo di accettare un progetto basandomi sulla sua bontà e non sulla mia bontà. Che ne pensi?

Errore n. 7: Il pendio scivoloso

Questa fallacia è del genere catastrofista e pretende di mostrare la validità di un argomento, indicando le conseguenze negative, spiacevoli e mortali che deriverebbero logicamente dal metterne in dubbio la verità. Attenzione, se non finisci di leggere questo articolo, non riuscirai a distinguere gli errori di logica e sicuramente ti troverai in difficoltà nelle occasioni più importanti della tua vita, vedrai che andrà a finire che prima o poi sarai anche truffato.

Un esempio pratico? “Non devi mai fare nessuna concessione. Se lo fai, ti cammineranno in testa per sempre”.

 

Le ultime parole famose

Abbiamo sviscerato alcuni tra i più diffusi errori di logica. Un antico proverbio dice: “Chiunque è inesperto ripone fede in ogni parola, ma l’accorto considera i suoi passi” (Proverbi 14:15). Perciò non ci resta che essere accorti e vagliare ogni cosa che ci viene detta ragionandoci su e a mente fredda.

Alla prossima.


Photo credit: Siddie Nam via VisualHunt / CC BY-NC-ND

Che ne pensi?